6 miti sulla psoriasi

Nonostante la prevalenza di psoriasi, molte persone non conoscono le cause e decorso della malattia. Dal Sono esclusi i pazienti con psoriasi, che sono temuti.

Paura Baseless genera miti che, se si guarda, è facile da confutare. Su di loro dice il primario della clinica Volyn Oblast STI Les Karpyuk.

Il primo mito. La psoriasi colpisce la fertilità nelle donne.

Si tratta di un errore completo: la psoriasi non è un ostacolo alla gravidanza. Questa malattia può avere una predisposizione genetica, ma la tendenza alla malattia non è inevitabile! Anche se entrambi i genitori soffrono di psoriasi, anche se c’è la possibilità che il bambino non erediti la malattia.

Tenete a mente che la probabilità di avere un bambino sano molto più calmo e madri «positive» rispetto a quella che sarebbe costantemente preoccupante e preoccupazione che la malattia passerà ereditato.

La psoriasi non ha alcun effetto sullo sviluppo del bambino. Perché è la malattia non infettiva, può allattare in modo sicuro. Ma la maggior parte dei farmaci utilizzati per il trattamento delle donne, può essere pericoloso per il bambino, perché sono tossici.

Pertanto, quando si pianifica una gravidanza, la futura mamma dovrebbe essere avvertiti di questo dermatologo, che saprà consigliarvi le variazioni di regime di trattamento.

Infatti, molte donne riportano che la gravidanza rende più facile per la psoriasi e dopo la nascita, che, al contrario, diventa più difficile. Gli esperti ritengono che questo sia dovuto alle fluttuazioni ormonali nelle donne.

Il secondo mito. La psoriasi si trasmette attraverso il contatto fisico.

La psoriasi non causa gli agenti patogeni e le cellule bianche del sangue del paziente, in modo che non si trasmette attraverso il contatto diretto con i pazienti attraverso l’uso di articoli per la casa comune e igiene, l’aria o sessualmente. Pertanto, i pazienti affetti da psoriasi può tranquillamente andare alle piscine, terme, e in altri luoghi pubblici, non una minaccia di infezione.

Così il mito della contagiosità della psoriasi è molto comune e davvero offre un sacco di problemi come i malati, e coloro che li circondano. Molte persone non fanno distinzione tra malattie cutanee infettive e non infettive, psoriasi confuso con micotica o virale, impetigine e la scabbia.

Il terzo mito. La malattia può «crescere» e passerà.

Di per sé, la psoriasi scompare. Nel migliore per un certo periodo di «addormentato», a volte anche per molti anni. Ma a un certo punto, stress o altri fattori negativi possono ancora provocare un aggravamento.

Con questo, sbarazzarsi di psoriasi non può essere per sempre, è ancora possibile controllare, aumentando la durata dei periodi di remissione. Oggi, ci sono molti farmaci e tecniche che consentono di ridurre o addirittura eliminare i sintomi della psoriasi. Purtroppo, non possono influire sulla sua causa principale e ridurre l’attività delle cellule immunitarie per sempre, quindi il loro effetto è temporaneo.

Mito Quattro. Guidando il trattamento della psoriasi, uno per tutti.

Ogni persona ha la psoriasi, il «suo», cioè con le loro cause e le caratteristiche. Pertanto, il trattamento è un processo lungo e richiede un approccio individuale. In poche parole, una pomata per aiutare un paziente non può essere «gadget» utili per l’altro.

Inoltre, il trattamento della psoriasi non è limitato a unguenti. La scelta del trattamento dipende dalla gravità della malattia, la posizione della lesione, altre malattie disponibili al paziente, farmaco che prende, l’età, ereditarietà, stato dei sistemi nervoso ed endocrino, l’influenza dell’ambiente, etc.

Il quinto mito. Non è necessario trattare la psoriasi non è ancora guarito.

Da trattare è necessario. Ed è meglio iniziare a farlo al primo segno della malattia. Dopo aver eseguito psoriasi porta a complicazioni indesiderabili, in particolare, può causare artrite psoriasica. che senza un adeguato trattamento tempestivo può portare alla disabilità, causando gravi danni alle articolazioni.

Mito Six. La malattia risponde bene al trattamento dei metodi tradizionali.

L’efficacia della medicina tradizionale nel trattamento della psoriasi non è stata dimostrata. I metodi tradizionali sono molto numerosi e talvolta appena colpito la loro ingegnosità, attivate tutto, dalle creme per bambini e tinture a base di erbe per molti squame di pesce, solfato di rame e urina di vacca nelle combinazioni più bizzarre. La maggior parte del valore massimo che può dare queste «droghe», è solo un effetto cosmetico.

Anche se in alcuni casi le singole ricette nazionali possono essere molto utili in aggiunta alla terapia convenzionale.

Inoltre, avendo deciso di ricorrere ai metodi della medicina alternativa, la gente, purtroppo, sono spesso di fronte a truffe che offrono di «curare la» malattia incurabile con l’aiuto di «farmaci miracolosi» spudoratamente derubare i malati al centesimo.

Secondo i materiali: vidomosti-ua.com

Share →