Cappotti e giacche 2014: primavera, estate, autunno

Beh, dove è un elegante signora senza giacca o almeno senza una giacca? Vuoi essere elegante — si prega di rispondere. Tuttavia, cappotti e giacche alla moda nel 2014 si avvicinerà quelli che assolutamente non cerca eleganza.

La cosa principale è che questi modelli sono comodo, pratico e adattato alle dinamiche della vita urbana — e tutto il resto.

La presenza di una giacca o una giacca in un modo di moda rendendolo una perfezione stilistica, offre la massima nitidezza di linee e proporzioni, sottolinea individualità. Nel 2014, i progettisti erano particolarmente fedele allo stile e tagliare dei capi. Probabilmente non troverete un tale modello, che, nel contesto delle tendenze religiose apparirebbe obsoleto.

.Normaluisa, 3.1 Phillip Lim, Alberto Biani.

Cappotti e giacche di tipo classico

Titolo favoriti della stagione va a giacca di tipo classico delle donne petto doppio monopetto e. Accolto stile britannico, che è caratterizzato da un accoppiamento libero sulla figura e utilizzare spalline concisi. Queste sagome suggerire l’accento sulla i contorni naturali delle spalle e hanno anche un effetto marcato «dimagrante».

Classic — un classico, ma un po ‘di creatività per le libertà designer si lasciano in questo formato. Ad esempio, Alberto Biani aggiunge un po ‘di autoironia nel concetto di doppio petto giacche estate 2014, riducendo intenzionalmente le maniche. E stampe inaspettate e colore «Surprise» — è generalmente questione separata.

Una cosa è chiara: la banda-geometrico contrasta la .normaluisa marchio, e il leopardo macchia da 3.1 Phillip Lim in fashioniste avanzati causerà un sacco di emozioni positive.

Carolina Herrera, Alexis Mabille, Giorgio Armani.

Silhouette Equipaggiata

Una delle cose più popolari nel 2014 — montare giacca o una giacca che copre i fianchi. Spesso salta sulla cintura o un’imitazione. L’enfasi su questa parte del corpo femminile rende l’immagine più attraente, emozionante e piccante.

Modello equipaggiato bene con lunghe gonne diritte o pantaloni 2014 in stile classico.

Tagliare a aderenti giacche o giubbotti ha un prevalentemente a forma di V, ma la configurazione della porta non è così prevedibile. Ecco che ti piace di più: uno — i risvolti stretti, altri — Inglese gira-giù il collare con revers a punta, gli altri sono disposti a fare e fare a meno di un collare. L’ultima tendenza è ispirato da motivi orientali, che nel 2014 anche colpito la piscina della moda.

Chanel, Damir Doma, DAKS.

Giacche voluminose e in largo, come se «da qualcun altro spalla» — Saluti da uno stile retrò. Questi erano di gran moda negli 50-60s del secolo scorso. Solo DAKS marchio Chanel e presentate in modo più esagerato. L’azienda mira a effetto chiamato «due taglie troppo grande.» Anche la linea di spalla qui sembra un po ‘»scivolato» dal loro solito posto.

Difficile da dire, sarà giacche tagliate liberi tendenza massiccia o rimanere anniversario «sul ventilatore».

Ma hanno un vantaggio indiscutibile — la possibilità di trasformazione. Ad esempio, è sufficiente per completare questo modello una cintura di cuoio larga, in Damir Doma, come avrà un’immagine completamente nuova.

Agnona, Barbara Bui, Aganovich.

Trendy bar — maniche corte

Resi e questa tendenza si accorcia maniche. Anche l’ufficio o una giacca elegante, nonché una giacca o mantello 2014 prevedono la vista pratico ed immediato. Nel perseguimento del risultato desiderato permesso a tutti i trucchi. Così, Barbara Bui infila appena maniche lunghe, sollevandole sopra il gomito.

Agnona utilizza un «falso» un genere diverso: i manicotti vengono tagliati in modo che l’impressione di breve, e lui sembra indossare la giacca sulla cima di un abbigliamento contrastanti.

L’evento di moda giacche e giacche sono corte maniche a kimono, a volte assume la forma di ala. Un esempio lampante — il modello eccentrica del doppiopetto Aganovich. Un po ‘sorpreso, ma ancora «orecchiabile».

Post scriptum La sua opinione su moda giacche e giacche 2014, è possibile condividere nei i a questo articolo.

Si consiglia anche di leggere l’articolo:

Share →