Cirrosi: sintomi, trattamento, i sintomi, le cause

Nella società, si è ritenuto che cirrosi — Malattie di alcolisti. Naturalmente, l’abuso di bevande alcoliche — una delle cause principali, ma non l’unico, perché la malattia si manifesta in persone che conducono uno stile di vita sobrio, e anche i bambini. La cirrosi epatica malato cambia la sua struttura, dimensione e colore. In realtà il colore dell’organo colpito, e ha dato il nome della malattia, in greco, significa «rosso».

La malattia colpisce più spesso gli uomini più di 40 anni, anche se si trovano in tutte le categorie di età. Le donne soffrire meno spesso.

Le cause di cirrosi epatica

Naturalmente, in cima alla lista delle ragioni della sconfitta della cirrosi epatica di alcolismo.

Conti più anche per l’epatite virale cronica — B e C, soprattutto la cirrosi è spesso complicata da epatite C.

Per ulteriori cause rare della malattia sono:

  • tossicità epatica, che può essere causata dall’influenza di prodotti chimici industriali o prolungata, spesso incontrollato, l’assunzione di farmaci epatotossici;
  • malattie geneticamente determinate: emocromatosi, malattia di Wilson, carenza di alfa-1 antitripsina, ecc;.
  • ristagno di sangue nel fegato nella sindrome di Budd-Chiari e malattia veno-occlusiva;
  • prolungata sovrapposizione meccanica dei dotti biliari come risultato di calcoli biliari,
  • formazione del tumore, o sotto l’influenza di altri fattori, causa un overflow di condotti interni della bile del fegato;
  • Malattie autoimmuni: a seguito di anomalie del sistema immunitario, anticorpi cellule proprie vengono danneggiate dotti biliari;
  • venti volte su cento cirrosi si verifica per ragioni sconosciute (cirrosi criptogenetica).

Come si sviluppa la malattia

Sotto l’influenza di fattori negativi, c’è una rigenerazione patologica delle cellule epatiche e proliferazione di tessuto connettivo, disturbi della circolazione del fegato. Di conseguenza, la struttura del corpo è rotto, e ha perso la sua funzione:

  • neutralizzazione dei composti tossici;
  • Sintesi di proteine ​​del sangue, tra cui influenzano il disimpegno;
  • partecipazione nel metabolismo dei carboidrati, lipidi e altri.

A causa della ridotta flusso di sangue nelle vene epatiche, della vena porta riempie di sangue e fluisce attraverso i sentieri di bypass, provocando vene varicose dell’esofago e dello stomaco, le vene emorroidali, vene superficiali della parete addominale anteriore.

I sintomi principali di cirrosi

Segni e sintomi di cirrosi epatica nel tempo praticamente non appaiono. I pazienti possono lamentare riduzione del tono generale, lieve malessere, perdita di appetito, disagio nel quadrante superiore destro, può essere determinato da un ingrossamento del fegato e della milza.

A causa della situazione peggiora, ci sono tali sintomi della cirrosi:

  • vi è la flatulenza ed eruttazione, sedia instabile;
  • il paziente perde peso, si lamenta di una sensazione di amarezza in bocca;
  • memoria e la concentrazione ridotta;
  • le donne è una violazione del ciclo mestruale, negli uomini — disfunzione erettile. perdita di peli sul corpo, ginecomastia;
  • c’è eritema (arrossamento) della superficie palmare delle mani;
  • Appaiono ragno corpo vene, ci può essere poca emorragia spontanea, sanguinamento dal naso;
  • significativamente aumentati e vene superficiali rigonfiamento della parete addominale anteriore, i medici chiamano questo un sintomo di «la testa di Medusa»;
  • un altro segno di cirrosi del fegato può essere ridotta nelle dimensioni;
  • Nelle fasi successive aumenta notevolmente ascite — un accumulo di liquido nella cavità addominale, si verifica ritenzione urinaria, il colore delle urine diventa birra molto scura, la pelle e sclera diventare gli occhi gialli, prurito della pelle. Attraverso l’esposizione alle tossine nel cervello vi è un cambiamento di comportamento del paziente.

La diagnosi può essere un medico gastroenterologo o un epatologo basata sulle denunce del paziente sono i sintomi tipici della cirrosi epatica, ispezione, palpazione, ei risultati di metodi di ricerca aggiuntivi. Il paziente ha preso emocromocitometrico completo, analisi biochimiche sul sangue, per la presenza di antigeni per l’epatite B e C.

Inoltre, i seguenti metodi:

  • esame ecografico dell’addome e del fegato;
  • tomografia computerizzata;
  • Studi radionuclidi eccezione delle variazioni nella struttura, per valutare la funzione del fegato;
  • fibrogastroduodenoscopy aiuta esplorare le vene dell’esofago e di valutare il rischio di sanguinamento interno;
  • La biopsia è il metodo più informativo di determinare lo stato del tessuto epatico.

Terapie

La previsione non è felice, è una malattia incurabile, ma il trattamento precoce può arrestare la progressione del processo patologico. I principali metodi di trattamento della cirrosi epatica — terapeutica, tranne in alcuni casi. Nelle fasi successive, è principalmente nella prevenzione delle complicanze e dei sintomi di astinenza di cirrosi epatica, causando il più disagio.

Prima di tutto, il trattamento della cirrosi epatica non ha senso senza una rigorosa dieta: eliminazione del grasso, fritto, cibo piccante, la completa eliminazione di alcol, limitando sale. Di grande importanza il rispetto risparmiando regime di lavoro e di riposo.

Il farmaco è usato:

  • epatoprotettori — farmaci che proteggono le cellule del fegato dai fattori dannosi;
  • I corticosteroidi ormone viene utilizzato principalmente nelle malattie autoimmuni;
  • antipertensivi per la rimozione di alta pressione nella vena porta;
  • diuretici (diuretici);
  • a volte utilizzato la terapia antivirale.

Essa può essere assegnato un sangue plasmaferesi, se il fegato non affrontare con la funzione di protezione contro le tossine.

Per metodi chirurgici includere:

  • parotsentez — foratura della parete addominale anteriore e trasudato rimozione (ascite). Questa procedura può essere eseguita più volte come la cavità addominale di nuovo riempita di liquido sufficientemente rapidamente;
  • movimenti di manovra contribuiscono un ritiro parziale della pressione vena porta;

donatore di organi trapianto.

Share →