Città sulla finestra

Nella scuola dell’infanzia, «PRIMAVERA» villaggio Armizonskoe  riassumono i risultati diventano aspetto tradizionale — «. Città sulla finestra» del concorso

Lo scopo del concorso: la formazione delle capacità di ricerca dei bambini, per identificare le lezioni per creare dettaglio-spaziale ambiente per la sperimentazione.

Cosa possiamo dire di bambini, se noi adulti sanno quando ogni germoglio. L’interesse per i bambini ha causato tutto: attrezzature per la sperimentazione, diari di osservazione, Schizzi, misura la crescita delle piante e anche la loro taglio.

Riassumendo concorrenza conto di tutti questi criteri e la giuria ha assegnato il primo posto Churin Galina, educatore gruppo intermedio, la seconda — Dubinetsky Nadezhda, gruppo senior tutor, il terzo — Appartamento Vera Nikolaevna, educatore gruppo preparatorio. I vincitori riceveranno premi!

Zam. Direttore del BP M. Lukin

Il Mado Golishmanovsky CRR — asilo №2 «Pip»   held contest «Città sulla finestra», che si propone di avvicinare i bambini alle colture vegetali, i metodi di coltivazione e la cura.

Allegro «città» — ha tutto ciò che dovrebbe essere in questo giardino: una casa, un recinto, un pozzo con un secchio per l’irrigazione, uno spaventapasseri per spaventare i corvi e un cane in una scatola, che proteggeva l’economia …

La nostra città è un miracolo!

Per quanto intelligente che bella.

Come il primo giardino di aneto,

Freaks, non male!

Il secondo arco dolce,

Di ogni altra seduti vicini.

E al terzo cetrioli,

Avere il tempo, ben fatto!

Anziano tutore Elena Zyryanov

Nei gruppi Mado asilo №20 città di Tyumen Primavera cresciuto educatori e bambini giardini sul davanzale. E per aiutarli a venire personaggi fiabeschi. Il primo gruppo Baba junior «Sole» con il nonno da una fiaba «Speckled Hen» cipolle coltivate, finocchio, barbabietole.

Nel gruppo secondo più giovane «Arcobaleno» nonno piantato la rapa …

Nel gruppo di mezzo, «campana» Non lo so cittadina floreale con gli amici impegnati nella coltivazione di ortaggi e fiori.

Nel gruppo più vecchio, «Yablonka« Allora c’era un intero villaggio Ogorodnikov, dove ci sono strade e cetriolo Fiore. (Foto4) La padrona di casa del villaggio sul prato verde cammina gregge di pecore e mucche, e le guardie della città fedele cane Pal. Cipolle verdi, prezzemolo riccio, ravanello succoso, insalata fresca coltivata con le proprie mani, e dare ai bambini la gioia di useful.

Reportage fotografico preparato dal vice capo Vimr Boy LA .

«La città sulla finestra» in Maud g.Yalutorovska. «Kindergarten №1»

Alla fine di marzo — primi di aprile, studenti, genitori e insegnanti hanno lavorato bene e sollevato «la città nella scatola.» E che proprio non è cresciuto, e la carota, e grano e avena. e prezzemolo, e aneto. e il sedano e la lattuga, e molto altro. In ogni gruppo, la «città» è stilizzata come una piccola corte rurale dove i bambini guardano la crescita delle piante, conoscere il modo di vita, economia, residenti attrezzature da cantiere.

Reportage fotografico preparato dal Vice Direttore Maud Yalutorovsk «Kindergarten №1» — Natalia V. Kvashnin

Prima arriva la primavera,

Procurarsi semi.

«Ciò che tu semini, si raccoglie!»

E naturalmente — raccogliere.

Dar prova di diligenza,

Esso può essere visto sul lavoro manodopera.

E poi la nostra città

Blossom e si animano.

(Svetlana Siren)

   Il Mado d / s Tyumen №27 E ‘indetto un concorso «La città sulla finestra.» I partecipanti al concorso erano tutte le età. Genitori e figli sono felici di rispondere alla richiesta di insegnanti per aiutare i semi di ortaggi e fiori.

In gruppi di insegnanti redatto orti su lotti di favole per bambini preferiti. Entro la fine di marzo sui davanzali trasformato germogli verdi di ortaggi e fiori, e ramoscelli prima sbocciato foglie. I bambini sono diventati parti per l’intero processo: piantare semi, innaffiare loro, terra grassa e storie ricordate.

Junior gruppo: racconto popolare russo «The Rapa»

Caregivers: AA nemchenko Terekhova TV

Il gruppo media: bielorusso fiaba «Puff»

Caregivers: Rozhina ME A. Golikova

Share →