Come essere felice ogni giorno?

«Tutto uou need is love» — ​​Un milione di volte abbiamo sentito queste parole, ma alla fine abbiamo capito l’importanza di questa frase?

Dove tutto ha inizio: amici, una relazione. Certo, l’amore.

Chiunque sia interessato ad imparare come imparare ad amare il mondo e se stessi, come gestire il loro tempo interno percepire se stessi e il mondo più luminoso e più volume?

L’articolo si basa sui libri di uno psicologo professionista, fondatore del centro educativo «Sinton» Nikolaj Ivanovic Kozlov.

Tutto ciò che serve è — dire alla gente: «Credete in voi stessi, amare se stessi, e se amate me un sacco, ti dai tanto amore che non dovranno tirarsi da altre È possibile distribuire liberamente.»

Concedetevi almeno una pacca voi stessi se non si può celebrare la sua esistenza!

Uscire dalla nevrosi — permettetevi di amare se stessi. L’amore per la gente inizia con l’amore di sé.

Lasciate ogni mattina con voi prima impostazione sveglia: «Io — una buona, bella, e un grande favorito.»

Cosa?

In primo luogo, è molto bello.

Coloro che non credono, si può cercare di fare.

E in secondo luogo, e soprattutto — un uomo comincia ad amare gli altri. Profondo senso la convinzione di sé: «Io — uomo dignitoso e interessante» (o «Io — Sunny, con me prossima festa») agisce come un suggerimento, ipnosi, invitando le persone senza parole — a livello inconscio. L’immagine stessa diventa un modo per gli altri.

Il suo amore, se non altro perché è facile amare, è aperto alla percezione di un buon atteggiamento.

E ‘difficile, se non impossibile amare un uomo che spinge l’amore, è passato da essa, non può o non vuole (inconsciamente) di essere amato. Questo vale anche per il rispetto e l’apertura, e l’interesse, se non credo che tutto questo può riguardare me, il mio atteggiamento cauto certamente rimborsare questi impulsi .

Una persona mentalmente sana non solo crede di sapere che è sempre e assolutamente degna di amore e rispetto.

Si noti che questo non riduce la sua criticità per sé. E ‘dimostrato che le persone che si prendono e non hanno paura di confrontarti con standard elevati e porsi l’obiettivo (es. Pezzi E e basso) autostima.

Che cosa è paura di critica? Sì, questo non era successo ed ora si è rivelato male. Questo non è buono, ma ci sono macchie sul sole, e la prossima volta che certamente cercherà di fare di meglio!

La cattiva valutazione non si gratta l’anima, e alla fine non annullare, a causa della festa della sua vita!

Attraente e che egli stesso ama davvero, non gravata da persona nevrotica non ci sono ostacoli in amore per gli altri, sensibili ai loro meriti, e sempre pronti a riversare i suoi trabocca d’amore.

L’amore per la gente inizia con l’amore di sé

Naturalmente, non è così facile come sembra. Al centro di formazione, «Sinton» abbiamo creato un addestramento speciale, che sono progettati per aiutare a costruire le relazioni necessarie in cui caldi e accoglienti. E ‘importante per la capacità di vivere in modo semplice, con gli interessi, per essere felice ogni giorno, abbiamo dedicato il nostro sviluppo unico — Sinton programma.

Certamente l’amore per la gente inizia con l’amore di sé, tuttavia, vi è una significativa aggiunta.

A voi non era male a nessuno, devi essere anche e civile.

Civiltà fornisce riorientamento da «I» a «Altro», l’aspetto della installazione «vedo e ti rispetto come persona.»

Chiunque è interessato in primo luogo e stanno prendendo cura di voi stessi. È impossibile superare completamente, ma ragionevolmente corretta necessaria.

È possibile avviare piccole: con una specie dal vivo e di interesse per le persone. «Che tipo di uomo è ciò che vive e respira?» — Invece di indifferenza e fastidioso: «Questo è quello che mi sento solo. «

Prima di tentare di attirare l’attenzione su se stessi, imparare a disegnare la loro attenzione agli altri.

Questa è seguita da una volontà di capire e aiutare gli altri. «Quello che è preoccupato per ciò che gli serve?»

Quindi, tutto fissato su i loro affari e le preoccupazioni, ma è impossibile a tal punto!

A più utile — a sviluppare uno sguardo a noi stessi. «Che cosa vuole da me? Cosa c’è in quel modo — no, che vuole vedermi? «- Che io immagino, che sia necessario chiedere.

Share →