Come trattare la cistite nelle donne

Molto spesso, le donne, sono soggetti a diverse malattie, malattie e infiammazioni. Dal momento che il nostro corpo è progettato tempi non sospetti, abbiamo bisogno di più di un giorno per questo sarebbe stato ripristinato. Ci fermiamo per divertirsi e talvolta anche sentirsi a disagio o addirittura dolore durante il rapporto sessuale con il vostro partner, e sembra che il mondo intero sta crollando intorno a noi. Ma nel nostro mondo moderno ci sono molti farmaci, costosi e non molto buono, che se usato correttamente può liberarci da tutti i problemi.

L’articolo di oggi sarà dedicata alla cistite — raccoglie facilmente e abbastanza difficile trattare l’infiammazione. – «Come trattare la cistite nelle donne?» — Una domanda più frequenti tra le donne.

E così, è diventato chiaro per cominciare, che cosa è la cistite? Cistite – una infiammazione della parete della vescica, e molto di più la cistite colpisce le donne, come abbiamo uretra corta e larga. Gli uomini hanno la stessa molto più facile tutto, hanno a lungo e restringere l’uretra, e l’infezione viene bloccato nel canale, ma, purtroppo, ha anche le sue conseguenze. Cistite può essere acuta o cronica. Basta cistiti infettive e non infettive diverso.

Cistite non infettive appare da quanto irritato mucosa della vescica urinaria. Irritazione appare anche da sostanze chimiche secrete nelle urine, tra cui questo può essere farmaci per uso prolungato.

Ma di solito produce infezione cistite. Infezione entra nella vescica durante l’infiammazione in uretra o vulva, o di malattie renali. Cistite può venire da E. coli, vari funghi, Trichomonas e altri batteri. Cistite può derivare da costipazione, e dal mancato rispetto igiene nella vita sessuale.

Per questo sarebbe solo le infezioni di cistite malati non è sufficiente in quanto la parete della vescica piuttosto resistenti alle infezioni, è comunque necessario rafforzare buono ipotermia, grave affaticamento, esaurimento, ristagno di urina, etc.

Cistite acuta si verifica improvvisamente, qualche tempo dopo l’esposizione. I sintomi della cistite acuta includono dolore durante la minzione, dolori al basso ventre, urina purulenta. Nel corso del tempo, il dolore cresce e prende permanente. Esortando i wc aumenta, e diventa difficile trattenere l’urina. Di solito ci vogliono 2-3 giorni senza trattamento. Ma se non si riceve un trattamento tempestivo, o ottenere il trattamento sbagliato, cistite acuta può diventare cronica.

Si manifesta come la cistite cronica e acuta, ma sono molto meno pronunciati. Cistite cronica diventa continuo con costante non è particolarmente distinti segni di malattia, o esacerbazione alternato con intervalli di luce.

Come trattare la cistite nelle donne? Beh, in primo luogo è necessario per riscaldare i piedi e tenerli al caldo. Mettere a bagno i piedi in acqua calda con sale, poi mettere su i calzini piedi dalla lana di pecora.

Questo aiuta molto. Bere un sacco di tè caldo alle erbe (particolarmente bene al tè rene), è necessario aumentare la minzione a che sarebbe tutti i batteri ripulito dal corpo. E ‘consigliato medicina tradizionale.

Ha bisogno cistite acuta di rispettare il riposo a letto, dovrebbero essere esclusi dalla dieta di piatti salati e bevande. Se i dolori sono gravi, si dovrebbe bere una pillola allevia gli spasmi di muscoli di vescica, come il no-spa o papaverina. Prendete i farmaci ed essere sicuri di rivolgersi al proprio medico, perché la cistite – Questa infiammazione che richiede un trattamento adeguato.

Beh, si può acquistare in un tablet farmacia «Nitroxolina», Queste pillole aumentano i reni, così spazzato via tutti i batteri dal corpo, oppure è possibile acquistare altri farmaci con il contenuto esempio nitroxolina «5-NOC». Per un risultato perfetto acquistare «Indometacin» candele, e inserirli nella notte, a causa dei quali ha forti capogiri – un effetto collaterale.

Le statistiche mostrano che ogni donna si ammala cistiti, e non una sola volta. Dovrebbe essere trattato con attenzione a se stesso, di non soffrire di tali malattie, non è certamente la malattia più terribile, ci sono peggiori.

Share →