Ernia ombelicale ed ernia post-operatoria. Trattamento.

Il nostro motto: professionalità e approccio individuale

Ernia ombelicale

Ernia ombelicale — Questa estensione difetto anello ombelicale attraverso il quale si trovano sotto la pelle degli organi interni (anse intestinali, fili di tessuto adiposo, e altri.). Ernie ombelicali sono spesso congenite, e nella maggior parte dei casi, solo loro sono ricoperte. Negli adulti, difetti anello ombelicale non possono essere chiusi, può crescere solo sotto l’influenza di stress e invecchiamento.

Qualsiasi ernia ombelicale in un adulto o adolescente, indipendentemente dalle sue dimensioni è un’indicazione per la chirurgia. Questo perché il carico o, al contrario, quando i muscoli addominali sono rilassati, un «sacco erniario» può ottenere eccessiva quantità di contenuto non è in grado di ritornare nella cavità addominale. Poi sviluppato ernia carcerazione, in assenza di un intervento chirurgico d’urgenza può portare alla cancrena (necrosi) degli organi interni, nonché gravi complicazioni.

Così, solo nel 2008 in Russia, dalla violazione di ernia morte 1.271 persone. Purtroppo, minore è la dimensione del difetto ernia, maggiore è il rischio di violazione.

La seconda ragione per la chirurgia — difetto estetico, che sta diventando sempre più importante con l’aumento delle dimensioni. Applicazione di varianti moderne del trattamento chirurgico mediante puntura (laparoscopia) nei laterali addome e intradermica suture assorbibili conduce agli effetti dell’operazione è quasi impercettibile.

Ernia post-operatoria

Ernia post-operatoria — Un difetto nelle cicatrici previa incisione della parete addominale attraverso il quale la pelle trova organi interni. Ogni ernia post-operatoria richiedono un trattamento chirurgico per i motivi di cui sopra. Inoltre, tali ernie possono raggiungere proporzioni gigantesche, quasi rendendo una persona invalida, e il loro trattamento è un compito difficile che richiede grande esperienza chirurgica.

Trattamento di ernia ombelicale e post-operatoria

Fino ad oggi, solo nella misura più piccola di un difetto di ernia (2 centimetri) è considerato come una semplice sutura. In tutti gli altri casi, così come la presenza di attività fisica sovrappeso o pesanti si consiglia di utilizzare rete sintetica protezov- «patch» che rinforzano la cucitura, e per grandi ernie chiudere il difetto. L’unica domanda è, quali materiali da utilizzare e dove installare la protesi: i muscoli, un muscolo o direttamente nella cavità addominale (intraperitoneale).

Negli ultimi anni, la preferenza è data a laparoscopica (attraverso punture) intraperitoneale ernia ombelicale plastica, in cui la protesi chiude la erniaria all’interno. Secondo il chirurgo Professor americano Carl LeBlanc, per la prima volta effettuato un’operazione simile nel 1993, i vantaggi sono tecniche minima del tessuto dannoso posizione paziente fisiologica di protesi, il basso numero di recidive e complicazioni, oltre a ridurre il periodo di recupero dopo l’intervento chirurgico. Nel 2009, questi risultati sono stati confermati in un ampio studio di ricerca di esperti britannici a concludere che «plastica intraperitoneale laparoscopica sicura, e con meno complicazioni e un breve soggiorno in ospedale,» rispetto aperto (con un taglio sopra l’ernia) opzioni di trattamento .

Per questo motivo dal 2008 la Clinica chirurgica Comunale Ospedale Clinico №1 applica questo metodo di trattamento delle ernie ombelicali su base continuativa, che consentirà ai nostri chirurghi di risparmiare più grande esperienza della Russia in tali operazioni e di riferire sui risultati di successo al Congresso annuale di Chirurgia endoscopica Russia nel febbraio 2010,

A nostro avviso, la chiave del successo è quello di utilizzare i materiali e le tecnologie più avanzate per accelerare il recupero dei pazienti dopo l’intervento chirurgico per ridurre la permanenza in ospedale, ritornare le prestazioni e la qualità di vita il più presto possibile.

Share →