FREQUENCY, le complicazioni e le caratteristiche morfologiche di infarto miocardico

UDC 616,831-002

Emergenza Ospedale pronto soccorso, Almaty

Kazako H NAZIONALE m tasca medica in ATU loro. SD Asfendiyarov

Il documento analizza la frequenza, le complicazioni e le caratteristiche morfologiche del cuore in infarto miocardico acuto in una stanza di emergenza pronto soccorso dell’ospedale

Parole Chiave: infarto miocardico,  t ransmuralny e n tramuralny, subendocardica, complicanze tromboemboliche Syndrome

Secondo le statistiche internazionali, attualmente la malattia cardiovascolare resta la principale causa di morte per la popolazione dei paesi più sviluppati in Europa, pari al 40%, in Kazakistan per oltre il 50% di tutti i decessi. Una delle principali cause di morte e di disabilità nella popolazione è un infarto del miocardio. Negli ultimi anni, il Kazakistan ha visto un aumento dell’incidenza di infarto miocardico e di mortalità raggiunge il 30-50% del numero totale di pazienti.

La mortalità per infarto del miocardio nella CSI e in Europa, secondo le statistiche dell’OMS in Kazakistan è 55,7%, Russia 44%, Ucraina 54,3% in Armenia, 61,6%, 42,2% negli Stati Uniti.

Secondo le proiezioni dell’OMS, a circa 2030godu 23600000. uomini in età lavorativa moriranno per malattie cardiovascolari. Almaty è la più grande città del Kazakistan della popolazione e l’industria.

Lo studio della frequenza e le caratteristiche morfologiche di complicanze e cause di morte è una questione importante.

Questo studio è stato effettuato su materiale dell’ospedale della città pronto soccorso soccorso Almaty.

Per raggiungere gli obiettivi e gli obiettivi che abbiamo studiato 114 autopsia del morto con infarto miocardico. In ogni caso, abbiamo studiato gli esami macroscopici e istologici del cuore e dei vasi coronarici.

Figura 1 Età studiato (%)

Analizzando il modello dati -1 può dire quanto segue. Il numero di pazienti che sono morti hanno visto prevalere di età compresa tra 70-85 anni. Tra i morti per infarto miocardico acuto il numero di donne — 59,6% degli uomini era — 40,3%.

Con la posizione e la profondità del danno miocardico nel nostro studio, il più delle volte si è verificato infarti transmurali 72,1%, al secondo posto intramurale del 6,8%, subendocardica meno frequente nel 21,1% dei casi. Nel 30,4% dei casi, infarto localizzato sulla parete anteriore del ventricolo sinistro nel processo che coinvolge il setto interventricolare e l’apice del cuore, in 27,7% dei casi, localizzata alla posteriore e parete posteriore-laterale, in 17.4% dei casi di fronte e anteriore la parete laterale del ventricolo sinistro. Nel 6,5% dei casi di infarto avvenuto nella parte anteriore e 8,7% dei casi, le pareti posteriori dei ventricoli con il coinvolgimento del muscolo papillare e setto interventricolare.

Esempio clinico:

Paziente K. 54 anni. Abbiamo trascorso quattro giorni presso la clinica del reparto di chirurgia.

La diagnosi dopo studio autopsiinogo defunto: cardiopatia ischemica, infarto miocardico acuto, subendocardica. Tromboembolia Trombosi della sinistra coronarica, la milza, i piccoli rami delle arterie polmonari, le arterie femorali con infarto miocardico della milza. polmone e gangrena del primo e del secondo dito della estremità inferiore sinistra.

Share →