La vitamina E durante la gravidanza: perché e come usarlo?

La vitamina E durante la gravidanza richiede quasi quanto il famoso acido folico (vitamina B9). Proprietà di vitamina permettono di essere considerata una vitamina vera procreazione, e una quantità sufficiente di esso nel corpo della madre è una chiave essenziale per una buona salute e normale sviluppo del feto.

Andiamo a conoscere la vitamina E più vicino.

Perché è la vitamina E è così importante?

Il nome stesso di vitamina E — tocoferolo — la dice lunga. Dalle «tokos» greco è tradotto come «nascita» e «Ferros» — da indossare. La combinazione di queste due parole sono già ottenendo un accenno di una proprietà importante di questa vitamina.

Tuttavia, la capacità degli scienziati di vitamina E per sostenere il corpo della donna in gravidanza divenne noto immediatamente.

Prima di tutto, gli scienziati hanno scoperto che la vitamina E ha qualsiasi tipo di corpo ringiovanente. Grazie alla sua attività antiossidante, blocca i radicali liberi, impedendo danni alle cellule, tessuti e vari organi interni. Ma il più chiaramente l’effetto delle sue azioni appare sulla pelle: è grazie alla vitamina E, mantiene la sua morbidezza e flessibilità anche nel vento, con costante esposizione alla polvere e luce solare. Il corpo fornito meglio tocoferolo, meno la pelle ruga.

E solo più tardi, i medici hanno scoperto che questa vitamina assiduamente sostenere la circolazione sanguigna e migliora la condizione dei vasi sanguigni e il sangue. Ostacola tocoferolo lo sviluppo di anemia e coaguli di sangue, promuove la formazione di globuli rossi e un migliore trasferimento di ossigeno dal sangue.

Durante la gravidanza la vitamina E assicura la normale fornitura del feto, con tutti i nutrienti necessari esso. Inoltre, supporta anche il sistema immunitario del neonato e la madre stessa.

Ma ancora più importante è il fatto che la vitamina E durante la gravidanza mostrava attività ormonale. Con la sua azione sembra che il progesterone, mantenendo la corretta formazione della placenta, le ovaie, e nella fase tardiva della gravidanza stimola la produzione di prolattina — un ormone che innesca la produzione di latte materno.

Inoltre, la vitamina E riduce significativamente il rischio di parto prematuro e aborto spontaneo (dovuta alla normalizzazione della placenta).

In altre parole, per la madre e il bambino Vitamina E è una delle più importanti vitamine.

Vitamina E in preparazione per la gravidanza

Non meno importante è la vitamina E per la salute delle donne prima della gravidanza. È lui che fornisce il corso normale delle mestruazioni e ridurre i sintomi dolorosi della sindrome premestruale. Una seconda fase del periodo mestruale, il cosiddetto periodo di progesterone, vitamina E permette di migliorare la condizione delle donne che hanno flusso mensile è particolarmente pesante.

Inoltre, l’bambine vitamina E fornisce una maturazione normale e tempestiva dell’utero. In pratica medica per seguire la regola: a 21 anni per correggere la condizione del corpo femminile solo vitamine, e quindi applicare grave ormonale. Ecco perché la vitamina E è spesso utilizzato come sostituto per un più forte, ma anche progesterone più pericoloso nel trattamento di ciclo ormonale, amenorrea, e alcuni altri. E ha bisogno anche le ragazze per preparare pienamente il vostro corpo per la gravidanza.

Carenze di vitamina E

Tuttavia, la vitamina E può essere il farmaco in gravidanza e indesiderati.

Ad esempio, se la dose supera il suo consumo, anche in una persona semplice tocoferolo sano provoca nausea e vertigini. Nelle donne in gravidanza, questi sintomi sono doppiamente più forti. Pertanto, i medici nella nomina di vitamina E sotto forma di integratori e complessi speciali utilizzati sempre dosi inferiori giorno normale. Il loro calcolo è semplice: la donna incinta riceve la maggior parte della vitamina E nella loro dieta quotidiana, e che la vitamina come parte del prodotto integrato serve solo per garantire che il corpo riceve il numero di donne.

Ci sono alcuni medici cautela che la vitamina E può accumularsi nel tessuto adiposo. Dal momento che nella maggior parte dei casi le donne in gravidanza fortemente recuperare dopo il parto la quantità di vitamina E nel loro corpo potrebbe essere troppo alto, che farà sì che tutti gli stessi sintomi della ipervitaminosi.

Il punto qui è che in gravidanza di vitamina E nel corpo funziona a due utenti — per la madre e per il feto. Tuttavia, passa attraverso la placenta con difficoltà, e dopo la nascita, una tale doppia porzione di tocoferolo rimane nel corpo della madre.

Tra l’altro, questo è il motivo per cui così spesso nei neonati nasce carenze di vitamine di vitamina E — la casa madre semplicemente non si può paragonare con il tocoferolo bambino. E mentre la giusta quantità di vitamina bambino riceve latte materno, si può osservare evidenti segni di vitamina E carenza — eruzioni cutanee, stanchezza e apatia.

La capacità di tocoferolo per rafforzare i muscoli e renderli più resistenti alle ultime fasi avverse della gravidanza, quando a causa di tale elasticità può apparire una minaccia di parto prematuro o la complessità del processo del loro verificarsi. Pertanto, nelle fasi successive della gravidanza, la futura madre di ricevere tocoferolo drasticamente limitare.

Norme di vitamina E durante la gravidanza

I nutrizionisti ritengono che la normale dose di tocoferolo in donne in gravidanza ricevono 18-20 mg al giorno. Si tratta di circa una volta e mezzo più del solito tariffa giornaliera di un adulto.

È importante che i sintomi della ipervitaminosi di vitamina E si verificano solo dopo un lungo periodo di abuso. Ecco perché al minimo accenno di una mancanza di vitamina E nel corpo della madre futura del medico di solito prescrive sicurezza fino a 500 mg di tocoferolo al giorno. Tali dosi d’urto per correggere rapidamente gli squilibri di vitamina E nel corpo senza causare alcun danno a lui.

Tuttavia, non dobbiamo pensare che la più vitamina E si consumano, la gravidanza meglio procederà. Se si supera il corpo ha bisogno di una dose giornaliera di eccesso di vitamina E accuratamente eliminato dal corpo, superando così le dosi raccomandate di tocoferolo — è, infatti, «il lavoro sul water.»

Se hai bisogno di regolare il livello di vitamina E solo, la futura mamma è di solito prescritto farmaci Evitol — tocoferolo in forma di facile applicazione dolce. Si presenta in forma di pastiglie e durante la gravidanza, è necessario utilizzare un numero di 4-5 pastiglie al giorno.

Se il parallelo con correzione vitamina E richiede tutta una serie di altre vitamine nel corpo, la donna è generalmente prescritto multivitaminici contenenti tutti i materiali ei minerali necessari. I più comuni di questi sono più schede perinatale, Vitrum Prenatal, la salute di mamma Alfabeto Pregnavit e Eleven. In essi, e la vitamina E e altre vitamine sono contenute in quantità inferiore rispetto alle donne fabbisogno giornaliero.

Il resto del suo corpo viene dal cibo.

Sulla dieta, ricco di vitamina E

La maggior parte della vitamina E trova negli oli vegetali, nelle piante verdi, così come verdure fresche, frutta, bacche, cereali vari. Lì incontra con sostanze, migliorarne l’efficienza, in modo che una parte dei prodotti naturali ed è meglio assorbito, e la maggior parte hanno un effetto. Enfatizza su alimenti vegetali freschi dovrebbero sempre essere, ma se il medico non ha prescrivere voi vitamina E sintetica nella forma — ancora di più.

Basta ricordare che la vitamina E ha i suoi oppositori, tra le altre sostanze. Ad esempio, il consumo di grandi quantità di ferro aumenta necessità tocoferolo del corpo. Stirare in particolare grandi quantità di carne, uova, legumi, cereali.

Pertanto, è auspicabile utilizzare separatamente da alimenti contenenti vitamina E, mantenendo un tale pausa tra i pasti almeno 08:00.

È chiaro che la vitamina E richiede particolare attenzione approccio all’uso durante la gravidanza. Non solo, è necessario per il benessere della madre e normale sviluppo fetale, quindi anche la sua capacità di fornire azione ormono-simile consente in alcuni casi, per evitare l’uso di agenti ormonali nocivi e controverse. E alla fine è l’attenzione alla propria dieta permetterà ad ogni donna di conoscere le gioie della maternità senza complicazioni.

Share →