Le piante ei loro nomi

La storia dei nomi di molte piante è non meno interessante la storia dell’apertura dei più specie. Alcune piante che popolano il nostro pianeta, sempre legati ai nomi dei loro «genitori» di botanica: ricordano i grandi scienziati, su personaggi famosi e perfino le persone coronate. Ad esempio, un arbusto che cresce nel brazilwood Crimea con delicati, come un mimosa fiori gialli prendono il nome dal botanico italiano del Cesalpino 16 ° secolo, alto bouganville tropicale vite dal Brasile — a nome del navigatore francese Bougainville Mattioli (un nome a noi familiare — garofano) — dopo il botanico e medico italiano Mattioli, margherite africane legate con un medico tedesco Gerber e Dahlia — in onore del botanico russo del 18 ° secolo la Georgia.

Come si può imparare i nomi delle piante e le loro proprietà. Saksifraga (in traduzione — «sassifraga») è chiamato per la sua capacità di crescere attraverso qualsiasi, anche il rivestimento più duro. Quebracho («ascia Break») e buksus («hard»), — per la straordinaria forza del loro legno Koelreuteria (o «albero del sapone») — per il fatto che un top-down ricco e sapone saponina. La maggior parte delle foreste liana dell’Asia del Sud ha ricevuto il nome poetico di «fontana vegetale», ma questo nome stabilite senso esclusivamente pratico: è necessario tagliare il tronco in quanto parte da liquido sciopero getti.

In botanica, vi è anche una pianta «stupido tagliente» o scientificamente — dieffenbachia Segou. Succo d’Africa tropicale residente provoca gravi bruciature alla bocca e della lingua: rasprobuesh inavvertitamente — inconsapevolmente sarai muto per un po ‘. Nelle Indie occidentali schiavi anche puniti, costringendoli a mordere il fusto della pianta.

Molti dei nomi delle piante e che ci raccontano le proprietà medicinali dei rispettivi proprietari. Prendiamo, per celidonia, nardo e pimpinella (anche se quest’ultimo sembra spaventoso, infatti, ci dice il suo nome sulla capacità di fermare il sangue, ma non succhiare). Un scabiosa (in traduzione — «prurito») e quindi non perché provoca prurito e viceversa chiamato — perché è stata a lungo trattata con un decotto di malattie della pelle.

Share →