Modalità del trattamento e dei sintomi della mononucleosi infettiva nei bambini ...

Per la prima volta la malattia mononucleosi infectiosa — Mononucleosi infettiva — Ha descritto il medico russo NF Filatov nel 1885. Pertanto, in medicina, bloccato un altro nome per la malattia — la malattia Filatov. Conosciuto anche come la mononucleosi, febbre ghiandolare, ghiandolare, limfoblastozom tipo benigno.

Si tratta di una malattia infettiva causata da un virus, che colpisce solo le scimmie antropomorfe e l’uomo. La mononucleosi infettiva si verifica con febbre, grave mal di gola, ingrossamento dei linfonodi, e le modifiche ematologiche (il sangue) di un carattere specifico.

Ufficiosamente, la malattia è anche chiamata «malattia studente», perché spesso mononucleosi si verifica durante l’adolescenza e la prima età adulta. Tra le ragazze, il rischio massimo rappresentato per 14-16 anni per i ragazzi più tardi — 16-18.

I sintomi tipici della mononucleosi: esordio

I sintomi della mononucleosi infettiva sono diversi nelle diverse fasi della malattia. Così, il periodo di incubazione asintomatico può durare da 5 a 45 giorni. Dopo fase può verificarsi «predittori di malattia» periodo prodromico, durante il quale vi è un graduale progressione della malattia con sintomi comuni:

  • aumentato a 37-38 ° C la temperatura corporea (febbre di basso grado);
  • debolezza, malessere, stanchezza tendenza veloce;
  • chiuso il naso, arrossamento e gonfiore delle mucose dell’orofaringe, le tonsille ingrandite con segni di congestione e altri sintomi catarrali.

Se mononucleosi infettiva inizia acutamente, la temperatura pazienti salta bruscamente a valori critici, vi è un forte mal di testa, mal di gola quando la deglutizione; a dolori del corpo umano, freddo, duro, suda. La febbre può durare da alcuni giorni a mesi o anche di più, in cui i valori della temperatura variano entro ampi limiti.

I sintomi della mononucleosi infettiva nel bel mezzo di malattia

Malattia di picco di solito si verifica in giorno 6-7. A questo punto, l’intero complesso può essere tracciato chiaramente i principali sintomi clinici:

  • I sintomi più comuni di intossicazione;
  • Tonsillite acuta (angina);
  • un netto aumento dei linfonodi (linfoadenopatia)
  • ingrossamento del fegato e della milza (sindrome gepatolienalny).

Nei pazienti che il deterioramento della salute, febbre alta, dolori muscolari preoccupati, mal di testa, febbre; mononucleosi negli adulti può essere accompagnata da febbre per 1-2 settimane. Essa colpisce la mucosa nasale (nasale, Tartufo), della faringe (aumento del dolore in gola, catarrale, follicolare, pellicola ulcerosa o necrotizzante tonsilliti). Se vista registrate scarsamente espresso iperemia mucose della bocca, la placca giallastra nelle tonsille, che è abbastanza facile da rimuovere la scapola; a volte attacchi simili a quelli che si verificano in difterite.

Sul retro della fenomeni congestizia gola, al contrario, espressa bruscamente; tessuti sono sempre sciolti, noduli granulari nascono in loro — follicoli, solitamente iperplastici.

Sintomi mononucleosi obbligatori includono gonfi linfonodi. Linfoadenopatia simmetrico è stato osservato in tutti i settori che il medico può esaminare la mano. Zone tradizionali di lesioni linfonodali sono:

  • occipitale;
  • situato sotto la mandibola;
  • particolare grado — zadnesheynye, posta lungo il muscolo sternocleidomastoideo su entrambi i lati del collo.

Linfonodi ingrossati in formato da piselli a prugne, può essere circondato da tessuti gonfi sembrano toccare sigilli in movimento. Al esame manuale del linfonodi il paziente si sente alcun dolore o si sente poco dolore.

Ingrossamento del fegato e la milza — i tipici sintomi della mononucleosi, che si osservano nella maggior parte dei pazienti. Inoltre, ci possono essere sindrome ittero:

  • il paziente soffre di nausea, perdita di appetito, ci sono altri segni in presenza della dispepsia
  • urina diventa ombra più scura;
  • sclera giallo e pelle;
  • esame del sangue mostra elevati livelli di bilirubina;
  • Alcuni sono enzimi più attivi (transaminasi).

Anche nel periodo della malattia può verificarsi eruzioni cutanee (macchie, papule), senza una chiara suddivisione in zone. Rash non prurito e non provoca altri problemi, passa completamente senza alcun trattamento.

Mononucleosi infectiosa: la convalescenza

Dopo due o tre settimane, l’altezza della malattia, inizia una graduale ripresa: convalescenza. A questo punto, il paziente si sente meglio ogni giorno, è impostato alla temperatura normale, smettere di preoccuparsi angina, dimensioni normalizzate del fegato. Un po ‘più tardi ridotto al normale stato linfonodale.

Ogni persona ha un singolo periodo di convalescenza; flussi diversi in questa fase la mononucleosi in adulti e bambini.

In generale, la malattia può durare fino a un anno e mezzo, durante i quali i periodi acuti di remissione intervallati nel tempo.

La mononucleosi infettiva nei bambini e negli adulti è caratterizzata da sintomi classici. Pazienti periodo prodromico spesso si verifica con il progressivo sviluppo dei sintomi per un lungo periodo (a volte 14-15 giorni) mantiene febbre, linfonodi e tonsille leggermente modificati, ma l’ittero e la sindrome gepatolienalny, al contrario, chiaramente espresso.

Possibili conseguenze della mononucleosi (complicanze)

Molto spesso complicata da infezioni mononucleosi, per colpa di vari agenti patogeni Streptococcus, Staphylococcus aureus, etc. È possibile lo sviluppo di infiammazione del cervello e le sue membrane e sostanze — meningoencefalite, nonché una situazione in cui le tonsille infiammate coprono il tratto respiratorio superiore. Molto raramente gli effetti della mononucleosi includono la malattia bilaterale (infiltrazione) di tipo polmonare interstiziale con grave mancanza di ossigeno, riduzione del numero di piastrine nel sangue (trombocitopenia), e anche la rottura della milza. La mononucleosi infettiva nei bambini può portare a grave epatite.

Mononucleosi Trattamento

Se la malattia è lieve o ha necessità acuta moderata per ricovero n. Una persona può stare a casa con riposo a letto è raccomandato dai medici, a seconda delle caratteristiche della malattia. Dieta alimentare (tabella №5) mostra la presenza della sindrome hepatolienal.

Trattamento specifico della mononucleosi infettiva nella pratica medica è assente. La terapia comprende le seguenti attività:

  • eliminazione di intossicazione;
  • prevenire le reazioni allergiche (nomina degli agenti desensibilizzanti);
  • trattamento sintomatico;
  • reception rinforzo prodotti;
  • gargarismo antisettico.

A meno che non ostacolano le infezioni malattia i medici prescrivono antibiotici. In caso di minaccia di asfissia (faringe edematosa, eccessivamente tonsille) o il processo di malattia hypertoxic, il trattamento della mononucleosi includono ciclo di trattamento di 3-4 giorni con glucocorticoidi.

Prevenzione mononucleosi

Un gruppo separato di prevenzione di questa malattia oggi non è sviluppata; i medici raccomandano misure preventive nello stesso set e nella misura per prevenire le infezioni virali respiratorie. La prevenzione comporta un aumento non specifico tipo di immunità e la resistenza complessiva alle malattie.

A chi rivolgersi per la diagnosi e il trattamento della mononucleosi infettiva?

Questi problemi sono di competenza delle malattie medico-infettive.

Share →