Nutrizione terapeutica in pancreatite cronica

Per la malattia caratterizzata da alterazioni infiammatorie e degenerative del pancreas seguita da atrofia, o lo sviluppo di calcificazione del tessuto connettivo e funzione alterata.

Relativamente raramente (non più di 1/5 dei pazienti), pancreatite cronica si verifica come conseguenza di pancreatite acuta. Il più delle volte si sviluppa in background come malattie croniche dell’apparato digerente del precedente (colelitiasi, colecistite cronica, colangioepatite, ulcera peptica, duodenite cronica, gastrite, enterite, colite). Altri momenti eziologici sono eccesso di cibo, il consumo eccessivo di grassi e cibi piccanti, l’alcolismo, le malattie infettive (dissenteria, epatite, tifo, la sifilide, la brucellosi, la tubercolosi, la malaria), lesioni vascolari (aterosclerosi, periartrite nodosa, ipertensione, ecc. D) , infezioni focali (tonsilliti, annessiti, ecc), i fattori allergici.

La patogenesi della malattia è importante la penetrazione dell’infezione nel pancreas, bile e intestinale succo perdite dotto pancreatico, alterata deflusso della secrezione pancreatica nel duodeno e aumento della pressione idrostatica nei condotti del pancreas e l’attivazione intraorganic di enzimi, seguita da auto-digestione e la formazione di autoanticorpi prodotti proteici di tessuto pancreatico necrotico (fattore autoimmune.) Violazione del pancreas (digestione e l’assorbimento delle sostanze nutritive essenziali) possono portare allo sviluppo di diarrea, osteoporosi, anemia, carenza nutrizionale di ipovitaminosi endogena con sintomi e disturbi trofici (perdita di peso, perdita di capelli, a secco pelle, unghie fragili, etc.). In alcuni casi, il dispositivo può essere influenzata ghiandola isolotto per aumentare o diminuire l’insulina e disregolazione connesso di glucosio nel sangue (iperglicemia, ipoglicemia).

Nutrizione terapeutica nel trattamento della pancreatite cronica dovrebbe essere rivolta innanzitutto al pancreas risparmiatori e degli organi digestivi (soprattutto quando simultanea sconfitta). Inoltre, deve migliorare la funzione secretoria dello stomaco, eliminare disturbi metabolici, la riduzione di fermentazione e putrefazione nell’intestino.

Terapia dietetica viene assegnato in base allo stadio di malattia (esacerbazione, remissione) stato del sistema insulare, malattie concomitanti.

Nel periodo di un brusco aggravamento della malattia per 1 2 giorni indicati astinenza dal mangiare e molti liquidi. Ammessi a bere sorsi tè caldo piuttosto debole e non zuccherato (2-3 tazze al giorno); o parenterale sotto forma di clisteri nutrienti somministrati soluzione di cloruro di sodio isotonica. Poi consentito un pasto con la progressiva espansione del valore energetico della dieta in modo tale che l’estremità della prima settimana ha raggiunto 8374-9211 kJ (2000- 2200 kcal).

Successivamente, il valore energetico della dieta deve essere in accordo con il consumo di energia e il grado di grasso del paziente.

Negli ultimi anni, il problema della presenza di proteine ​​rivisto nei rialzo dieta (da 150 a 140 g). In precedenza, il contenuto proteico della dieta è stata ridotta in base che aumenta l’attività di enzimi proteolitici (tripsina) agevolare autodigestione del pancreas. Osservazioni sperimentali e clinici hanno mostrato che, insieme ad alcuni aumento dell’attività proteolitica della proteina in misura maggiore aumenta l’attività di inibitore della tripsina, avvertimento autodigestione pancreatica. Si è inoltre constatato che la mancanza di proteine ​​nella dieta o l’assorbimento inadeguata può portare a pancreatite cronica.

In esperimenti su animali tenuti bassi di proteine ​​nella dieta provoca cambiamenti atrofici nel pancreas. Provata capacità di stimolare i processi di proteina-rapa-operatoria nel pancreas. Introduzione a proteine ​​lipotropa fattori (metionina, colina) impedisce fegato grasso.

A questo proposito, è importante che il 60-70% di proteine ​​di origine animale sono stati (carne magra, pesce, formaggi, albume e t.).

I grassi sono potenti attivatori della secrezione pancreatica. I pazienti con pancreatite cronica di solito tollerare grassi cattivi, soprattutto refrattario (manzo, montone, oca, anatra, pancetta). Ingresso grasso utilizzato in precedenza per rosolare, provocando un aumento del dolore, come quando la frittura aldeidi e acroleina (prodotti tossici di grasso digestione).

A causa della mancanza di digestione dei grassi sviluppa steatorrea, quindi la quantità di grasso nella dieta è limitata a 60-80 m deve dare la preferenza ai grassi di origine vegetale (soprattutto in caso di insufficienza della funzione pancreatica esocrina) dovuto al fatto che essi contengono acidi grassi insaturi ad azione ipolipemizzante. È concesso il permesso di utilizzare una piccola quantità di burro.

È necessario garantire un numero sufficiente di sostanze lipotropa dovuti ad eventuali violazioni del pancreas prodotti lipokaina.

Con l’introduzione di maggiori quantità di proteina è opportuno limitare il contenuto di carboidrati (350-400 g). Violazione della funzione endocrina del pancreas alla presenza di iperglicemia impone la necessità di ulteriori restrizioni nella loro dieta (150-200 g), principalmente a causa facilmente carboidrati digeribili (zuccheri, miele, marmellate e così via. II). L’uso delle ultime sfilate ipoglicemia.

Una normalizzazione più sostenibile della glicemia raggiunge mangiare alimenti ricchi di amido (patate, pane, cereali).

Assorbimento insufficiente e il contenuto di vitamine nel corpo determina la necessità di arricchimento della loro dieta. È particolarmente importante introdurre una maggiore quantità di vitamine: retinolo, tiamina, riboflavina, piridossina, cianocobalamina, nyatsina acido ascorbico.

Ridotto riassorbimento di calcio e fosforo nei casi più gravi può portare a osteoporosi, pertanto il loro contenuto nella dieta dovrebbe essere aumentata. Inoltre, il calcio ha un impatto anti-infiammatori e desensibilizzante.

Visualizzazione restrizione di sale (6-8 g) e l’introduzione della normale quantità di magnesio e ferro. Diminuendo la quantità di sale nella dieta ha azione anti-infiammatoria. Limitazioni suo cibo è giustificata dal fatto che la secrezione pancreatica sale eccita (stimolando la secrezione gastrica e la formazione di secretina).

Pertanto, il cibo deve essere leggermente salato insufficiente.

E ‘necessario escludere altri alimenti, ha un effetto stimolante segnato sulla secrezione gastrica e della funzione pancreatica esocrina (Navara brodo e carne, pesce, verdure, funghi, le bevande alcoliche e gassate, pane di segale, caffè, tè forte, verdure crude e loro succhi Kvas, affumicato, in scatola, e così via, e spezie piccanti -… pepe, senape, e altri).

Impedisce altri stimolanti pancreatiche secrezione (cacao, cioccolato, pasticceria, creme grassi, panna, salsicce, succhi di frutta acerba, acetico, citrico ed altri acidi). Da spezie permesso prezzemolo, aneto.

Va tenuto presente che l’impatto negativo sul l’assorbimento di proteine, in particolare quando esocrina del pancreas, in grado di fornire i prodotti alimentari contenenti inibitori della proteasi (bianco uovo crudo di uccelli, tessuto polmonare, soia, piselli, fagioli, colostro, grano, riso, ecc .).

Ricezione di un effetto favorevole di acqua minerale alcalina («Borjomi», «Polyana Kvasova» e altri.). Essi alkalify contenuto gastrico, impedendo l’eccitazione della secrezione pancreatica, e promuovere la creazione di condizioni di base necessarie per l’esistenza di attività ottimale di enzimi pancreatici negli intestini.

Per ridurre l’eccitabilità riflessa della cistifellea, pancreas e della funzione motoria limita il canale alimentare tra l’esacerbazione espressa (e lesioni concomitanti dello stomaco o l’intestino alla presenza di diarrea) è necessario escludere i cibi ricchi di fibre vegetali greggi (rape, ravanelli, acetosa, cavolo , ravanelli, rape, fagioli), tessuto connettivo (carne filante, cartilagine, pelle di pesce, uccelli), piatti freddi e bevande.

Per combattere la stitichezza dimostrato di bere latte acido, fresco latticello, miele, acqua, carota, barbabietola e succhi di albicocca.

Così, nel periodo di esacerbazione raccomandato cibo, risparmiando la meccanica, chimica e termica rispetto. I pasti sono cotti a vapore, purè e in polvere. Al fine di migliorare il deflusso stagnanti secrezione pancreatica visualizzati pasti split — 5-6 volte al giorno. Il principale è un 5P numero di dieta (pancreas). Con un giorno di 2-3 per 3-4 giorni nominare io, quindi la variante II.

Quando modulo esacerbazione e remissione silenzioso (latente) della pancreatite cronica ha permesso di utilizzare la versione II numero dieta 5P in neprotertye modulo.

Esempio di un giorno numero di menu dieta 5P (Variante II). 1 ° colazione: carne (manzo), bollito (55 g), lo zucchero del latte di avena pappa (280 g), tè (180 ml). 2 ° la prima colazione: mele al forno senza zucchero (120 g) è stato calcinato cagliata (100 g). Pranzo: Zuppa verdure assortite verdure (250g), cucinato stufato di carne con verdure (55/240 g), composta di frutta secca su xilitolo (180 g). Snack: braciole di carne di vapore in salsa di latte (110 g).

Cena: pesce bollito (85 g), cagliata budino senza zucchero (130 g), tè (180 ml). Per la notte: yogurt (180 g).

Share →