Perché ho bisogno di bere la vitamina E durante la gravidanza?

Non appena una donna impara a conoscere il suo modo di famiglia e diventa registrata, quindi la prima cosa che il medico fa — nominare a bere la vitamina E. Alcune donne ignorano la raccomandazione del medico, citando la sua già buona salute e lo fanno completamente invano.

Utile Vitamina E

La vitamina E ha chiamato tocoferolo. In greco, «tokos» significa «nascita» e «ferro» — usura, quindi è del tutto evidente che questa vitamina aiuta il concepimento, la gravidanza e il parto. Inoltre, è altrettanto utile sia per la madre che per il feto.

Non mi credete? Giudicate voi, ecco un elenco delle proprietà positive più comuni di vitamina E:

• Previene il rischio di aborto spontaneo all’inizio della gravidanza

• partecipa alla formazione del sistema respiratorio del feto

• Migliora la placenta contribuisce alla sua maturazione tempestiva

• Mantiene l’elasticità dei vasi sanguigni, prevenire la formazione di coaguli di sangue

• Supporti e stabilizza l’ormone e lo sfondo ormonale generale dell’organismo

• Coadiuvante nel produzione di prolattina, che dopo la gravidanza è responsabile del processo di lattazione.

• Riduce il rischio di crampi alle gambe in gravidanza

• Responsabile per il miglioramento della pelle, capelli e unghie della futura mamma durante e dopo la gravidanza

• disfunzione ovarica Treats

• Aiuta a ritrovare il suo ciclo mestruale, etc.

Perché la vitamina E è prescritto solo all’inizio della gravidanza?

Si scopre che, nonostante tutti i vantaggi, questa vitamina può essere oggetto di abusi. La vitamina E è in grado di accumularsi nei tessuti adiposi gravide, facendolo eccesso, ma provoca anche l’elasticità muscolare eccessivo è assolutamente desiderabile durante il travaglio.

Il dosaggio di vitamina E

E ‘inoltre necessario tener conto, o nominare un medico di bere questa vitamina separatamente o prescrive in combinazione con altre vitamine e oligoelementi.

In alcuni casi, bere la vitamina E non è necessario, esso può essere consumato con il cibo. Soprattutto un sacco di questa vitamina si trovano in crusca, germe di grano, uova, semi, rosa canina, grano saraceno e farina d’avena. Ricordiamo che si trova solo in alimenti di origine vegetale, non viene sintetizzata da animali.

Share →