Resistenza elettrica e la conducibilità

Alla chiusura del circuito elettrico ai terminali dei quali è la differenza di potenziale, una corrente elettrica. Gli elettroni liberi sotto l’influenza di forze di campo elettrico spostati lungo il conduttore. Nel suo moto degli elettroni collidono con gli atomi del conduttore e dare loro una scorta della sua energia cinetica. La velocità degli elettroni cambia continuamente: la collisione degli elettroni con gli atomi, molecole, elettroni, e altri diminuisce, e poi sotto l’influenza degli aumenti del campo elettrico e diminuisce con una nuova collisione. Come risultato, il conduttore è impostato uniformare il flusso di elettroni e la velocità di qualche frazione di un centimetro al secondo. Pertanto, gli elettroni che passano attraverso un filo, incontra sempre la mano al movimento di resistenza.

Con il passaggio di corrente elettrica attraverso un conduttore viene riscaldato ultima.

Resistenza elettrica

Figura 1. resistenza Simbolo

La resistenza elettrica variabile che viene utilizzato per modificare la corrente nel circuito, chiamato reostato. I diagrammi reostati sono designati come mostrato in Figura 1, voluto. In termini generali, il reostato è in filo di una resistenza avvolta su un supporto isolante.

Reostati braccio o cursore è collocato in una posizione specifica, per cui nella catena introdotto necessaria resistenza.

Conduttore lunga di piccola sezione trasversale di corrente crea molta resistenza. Conduttori brevi di grande sezione fornisce una corrente di bassa resistenza.

Se prendiamo due conduttori di materiali diversi, ma della stessa lunghezza e sezione trasversale del conduttore sarà condurre elettricità diverso. Questo dimostra che la resistenza di un conduttore dipende dal materiale del conduttore stesso.

Temperatura del conduttore influisce anche la resistenza. Con l’aumentare della temperatura della resistenza di metalli aumenta e la resistenza diminuisce, e liquidi di carbone. Solo poche leghe speciali di metalli (manganina, konstaitan, nickeline e altri) con la temperatura la sua resistenza quasi non cambiano crescente.

Così vediamo che la resistenza elettrica di un conduttore dipende: 1) la lunghezza del conduttore, 2) sezione del conduttore, e 3) il materiale conduttore, 4) la temperatura del conduttore.

L’unità ha ricevuto una resistenza Ohm. Om è spesso indicata con la lettera maiuscola greca? (Omega). Pertanto, invece di scrittura "Resistenza del conduttore è di 15 ohm"Potete scrivere semplicemente: r = 15 ?.

1000 ohm chiamato 1 kilohm (1k o 1k?)

1000000 Ohm chiamato 1 megaohm (1mgOm o 1M?).

Confrontando la resistenza dei conduttori di materiali diversi devono essere prese per ogni campione una certa lunghezza e diametro. Poi possiamo giudicare se un materiale è migliore o peggiore di condotta elettrica.

Filo Video 1. Resistenza

Video courtesy JSC " Chip & Dip "

Resistività elettrica

Share →