Sintomi del cancro uterino, diagnosi

Cancro endometriale — Uno dei migliori in termini di sopravvivenza dei tumori maligni del sistema riproduttivo femminile. Tasso di sopravvivenza a 5 anni è di circa il 75%. Ciò è dovuto al fatto che nella maggior parte dei casi di tumore uterino diagnosticato nelle fasi iniziali a causa della precoce comparsa di sanguinamento uterino.

Il cancro del corpo uterino ha i seguenti fattori di rischio:

  • l’obesità;
  • infertilità;
  • menopausa tardiva;
  • diabete;
  • lunghi effetti incontrollati degli estrogeni;
  • tamoxifene e contraccettivi orali.

Sulla struttura istologica del cancro uterino adenocarcinoma endometriale spesso rappresentato (circa il 75% dei casi).

La diagnosi primaria comprende i tumori dell’utero

  • storia, storia della malattia;
  • visita ginecologica;
  • biopsia endometriale
  • analisi del sangue e biochimici;
  • cancro uterino comporta l’obbligo radiografia dei polmoni;
  • nell’attrarre cervice — RM con mezzo di contrasto;

I sintomi del cancro uterino :

Molte donne che soffrono, come dolore addominale, interessato, un sintomo del cancro dell’utero è essenziale. Come accennato in precedenza, il cancro dell’utero viene diagnosticato nelle fasi iniziali, il sintomo più comune di questa malattia — sanguinamento uterino (osservata in circa il 90% dei casi).

Un altro segno evidente di cancro dell’utero — denso tumore palpabile nel basso addome.

I sintomi più comuni di cancro endometriale (meno del 10% dei casi): debolezza, affaticamento, dolore addominale.

Trattamento del carcinoma endometriale

Per il trattamento del carcinoma endometriale includere la chirurgia, radioterapia, terapia ormonale, e la brachiterapia e chemioterapia.

Chirurgia trattamento del carcinoma endometriale Si applica nelle fasi localizzate della malattia. Standard — rimozione dell’utero con appendici. Quando questa interferenza può essere concepito come un open-access o per via laparoscopica.

La rimozione dei linfonodi pelvici e para-aortici avviene in alcuni centri, ma non necessarie standard è oggi, a causa del fatto che vi sono vantaggi sostanziali in termini di sopravvivenza, ma il rischio di complicanze postoperatorie in forma lymphostasis sufficientemente elevata.

Nel cancro del corpo uterino durante l’intervento chirurgico è l’ispezione obbligatoria e palpazione degli organi addominali: il fegato, diaframma, omento e la superficie peritoneale. È inoltre necessario prendere lavaggio peritoneale. Se la chirurgia è la diffusione del tumore peritoneale, si deve fare la chirurgia citoriduttiva massima.

Quando i tumori con lesioni isolate del dell’utero attualmente non riceve dati affidabili sufficienti sull’uso di trattamento adiuvante del carcinoma endometriale. La domanda di effettuare trattamenti preventivi dopo l’intervento è risolto singolarmente. I pazienti appartenenti al gruppo ad alto rischio, che si tiene la radioterapia o la radioterapia adiuvante con chemioterapia.

La radioterapia o brachiterapia come un metodo indipendente di trattamento del cancro dell’utero possono essere offerti ai pazienti con gravi patologie concomitanti: obesità, malattie cardiovascolari, diabete (chirurgia, perché non può essere eseguita).

La chemioterapia come un metodo indipendente è condotta nel cancro endometriale avanzato o recidivante. Farmaci standard sono doxorubicina e cisplatino, e loro combinazioni.

Tale trattamento del cancro uterino come terapia ormonale non è raccomandata per la prevenzione delle malattie. Tamoxifen, fazlodeks e medrossiprogesterone acetato può essere utilizzato per il trattamento della malattia avanzata dopo fallimento della chemioterapia.

I pazienti sottoposti a monitoraggio carcinoma dell’endometrio

I pazienti dopo il trattamento speciale, implicite in tali malattie come il cancro dell’endometrio, si consiglia di sottoporsi a esami periodici di follow-up per la diagnosi precoce di recidiva o di metastasi. e di valutare la tossicità in ritardo di sviluppo.

Indagini regolari seguendo le procedure necessarie per la lotta contro il cancro dell’utero

  • 1, 2, 3 anni — ogni 3-4 mesi;
  • nei prossimi 4-5 anni — ogni 6 mesi;
  • dopo 5 anni — una volta all’anno.

Se ci sono già ben noti sintomi di cancro in una femmina, come sanguinamento, si consiglia di consultare immediatamente il medico.

Ogni indagine comprende una storia clinica e un esame generale e ginecologica, così come l’esame strumentale (TAC, RMN, recensioni sotto anestesia), se necessario, che è determinato dal medico curante. Tutto ciò è necessario per evitare l’ulteriore sviluppo di cancro del collo dell’utero e per monitorare l’efficacia è stato effettuato il trattamento.

Share →