Terapia intensiva in psichiatria, la chemioterapia per il trattamento di mentale ...

Trattamento intensivo si rivolge a una malattia mentale aperto e prevenire lo sviluppo di resistenza al trattamento. Si basa su elettiva (elezioni) e l’impatto complessivo sul corpo di vari trattamenti.

Elettive effetti terapeutici dei farmaci psicotropi determina le opportune indicazioni cliniche per la loro destinazione. Inoltre, vari farmaci psicotropi possono avere un impatto sull’organismo in generale e cambiare l’immagine della malattia mentale.

In particolare, la schizofrenia psicofarmaci possono prevenire la progressione di una tendenza malattia. Pertanto, i metodi di terapia intensiva dovrebbero essere applicati nei casi in cui è necessario fermare la progressione della malattia, per eliminare il suo principale sintomo patologico – progrediente. Ciò può essere ottenuto attraverso effetti anti-psicotici generali. Lo stesso effetto terapeutico si ottiene utilizzando i metodi descritti sopra atropinokomatoznoy insulina, ECT (terapia biologica), quando vi è una influenza antipsicotico comuni, in entrambi ridotti tutti i sintomi.

Alloggi simili hanno anche psicofarmaci.

Il più grande effetto terapeutico generale con neurolettici e dare trisedil mazheptil, aloperidolo e triftazin; di antidepressivi – amitriptilina e imipramina; con tranquillanti – Phenazepamum e seduksen; con psicostimolanti – sidnokarb e sidnofen. Tuttavia si deve notare che la separazione di psicofarmaci nel gruppo con l’azione generale e selettiva è piuttosto arbitraria. Ogni medico sa che tutte le proprietà dei preparativi sono nell’unità eterna, cioè. AE loro effetti terapeutici elettive e generali sono inseparabili.

Naturalmente, l’effetto complessivo di farmaco antipsicotico dipende dalle proprietà terapeutiche, e le dosi. L’effetto del trattamento intensivo è ottenuto sia utilizzando più potenti psicofarmaci, o aumentando la dose dei deboli.

Consideriamo alcuni dei metodi di terapia intensiva, sono stati utilizzati con successo nella pratica psichiatrica.

Un tale metodo è il metodo «shock» dosi terapeutiche. Viene utilizzato raramente, solo in casi eccezionali (bezremissionnoe prolungata per psicosi endogeni, come la schizofrenia, stato psicotico prolungato con sintomi paranoici, allucinatori-paranoico, e catatonici paraphrenic e altre malattie che sono resistenti alle terapie convenzionali). Il metodo consiste nella nomina di alte dosi di psicofarmaci nei primi giorni di trattamento.

GY Avrutskaya, LH Alikmets (1986) e altri ricercatori hanno scoperto che a poco a poco, lentamente dosi crescenti di farmaci sviluppati disturbi extrapiramidali collaterali significativi, richiedere l’interruzione del trattamento. In connessione con questa tattica e offre alte dosi. In particolare, si raccomanda di nominare triftazin da 100 – 150 mg per via intramuscolare iniezione. Durante il giorno la dose è stata aumentata a 200 mg al ricevimento, e il giorno dopo – 500 – 600 mg.

La dose iniziale di aloperidolo – 80 – 100 mg per iniezione. Durante il giorno, è aumentata a 150 mg al ricevimento, e il secondo giorno – 400 – 500 mg (intramuscolare). Iniezioni effettuate 3 volte al giorno. Cura – 3 – 7 giorni seguiti da terapia dosi convenzionali.

Questa dose deve essere somministrata secondo raccomandato e tenendo conto dei risultati di un esame approfondito della condizione fisica del paziente.

Una variante del metodo di cui sopra è un metodo «Zigzag». Si basa su una dose inferiore del altamente terapeutica normale per superare la resistenza del trattamento in pazienti con un corso prolungato di psicosi. Questa tecnica può facoltativamente essere ripetuta più volte.

Inoltre, accelerato invertire dosaggi crescenti al massimo dà il miglior effetto terapeutico e disturbi extrapiramidali lato meno grave.

Vi è anche un metodo per l’abolizione simultanea di psicofarmaci, che effettua un ciclo di trattamento in combinazione con l’equalizzatore. Oltre 15 – 20 giorni prima della cancellazione dei seguenti farmaci aumentare della dose di aloperidolo – 60 – 80mg trisedila – 25 – 30 mg, imipramina – 300 – 400 mg di amitriptilina – 250 – 300 mg. Somministrata per via parenterale la loro adeguatezza. Se dopo che il farmaco ha migliorato lo stato mentale non si osserva o è un minore, la ricezione può essere ripetuta (3 – 5 volte).

Questo tipo di terapia intensiva provoca una sorta sintomi somatoneurological, chiamati sintomi di astinenza. I suoi sintomi principali sono l’insonnia, i disturbi somatovegetativnyh (nausea, vomito, anoressia, sudorazione), disturbi extrapiramidali (tremore delle estremità, acatisia, aumento del tono muscolare). Di solito si verificano nel raggio di 3 – 4 giorni dopo la sospensione del farmaco, e sono ridotte alla fine del 7 ° giorno.

In casi tyazheloprotekayuschih disturbi somatoneurological trascorrono la terapia di disintossicazione, nootropica prescritta, gli agenti antiparkinson (correttori), farmaci atropina (Belloidum, Bellaspon) seduksen, Nospanum.

Per un metodo effetto terapeutico più efficace viene usato il ritiro forzato del farmaco. In questo caso, dopo l’interruzione di psicofarmaci sopra metodo gocciolamento diuretici somministrati, in particolare Lasix (40 mg), mannitolo e urea (1 g per 1 kg del paziente). I diuretici possono essere somministrati per via intramuscolare (Lasix, 2 mg 2 volte al giorno), o somministrati per via orale (furosemide, 10 mg 2 volte al giorno). Allo stesso tempo consigliato carico idrico.

Il ciclo di trattamento di 10 giorni.

L’effetto di recesso simultanea del farmaco può essere migliorata anche sulfazinoterapiey.

L’efficacia dell’effetto terapeutico di farmaci dipende dalla via di somministrazione. Quando intensiva per via intramuscolare cura e soprattutto (spesso gocciola, a volte a getto) iniettati farmaci come clorpromazina, triftazin, aloperidolo, seduksen e altri. I medicinali somministrati per via endovenosa con soluzione di glucosio o soluzione salina in piccole dosi lentamente.

Farmaci per via endovenosa psicotrope (dose terapeutica) somministrato in o glucosio (soluzione al 5%) o con soluzione salina o polyglukin (200 – 600 ml) a 60 gocce al minuto.

Se questi metodi causano significativi effetti collaterali, psicofarmaci somministrati mediante elettroforesi transcerebral. E ‘noto che psicofarmaci presentano una elevata mobilità elettroforetica e permeabilità. Ciò consente di creare la necessaria concentrazione terapeutica di loro nelle pertinenti strutture del cervello.

Elettroforesi di psicofarmaci viene preferibilmente effettuata mediante applicazione orbito-occipitale ad una densità di corrente di 0,03 – 0,05 mA / cm2 per 15–30 minuti al giorno.

Share →